Criminologia e Scienze Forensi

Dipartimento di Criminologia e Scienze Forensi è diretto dal Prof. Domenico A. Procopio.

Fare il criminologo non è come nella fiction CSI…….Socrate (470 a.C. – 399 a.C.) per i suoi studi, fu processato e condannato a morte.Insomma, la storia delle scienze è storia di persecuzioni e discrediti. Fatte le debite proporzioni, se pensate di fare i criminologi scientifici, sappiate che è un mestiere difficile, in una vita difficile. L’invidia e la cattiveria umana -purtroppo!- sono una costante storica, quindi, la realtà non è come nelle fiction CSI.

A differenza di altre figure di scienziati, capire il crimine (nel senso che riesci a comprenderlo come problema e anche prevederlo in vari fenomeni), a volte può essere più uno svantaggio personale che un vantaggio sociale.

Una cosa è fare il criminologo arruolato nelle Forze dell’Ordine, dove, nel bene e nel male (salvo l’invidia e salvo l’episodio a dir poco inquietante di Ultimo), puoi contare sullo spirito di corpo, sul compagno che ti guarda le spalle, sul fascino della divisa, sulla fiction che ti dà una mano nell’effetto alone, sul principio di autorità e potere cui godi e così via (ma niente illusioni, potresti rimanere deluso anche in questo campo!).

Se invece fai il libero professionista esercitando attività peritale, allora l’unico consiglio è di essere sempre onesto, al punto di saper rinunciare a degli incarichi dai facili guadagni e devi saper diffidare dagli “amici” che diventano tali con te cercandoti; in ogni caso, mai aiutare il colpevole a farla franca o l’innocente ad essere incolpato ingiustamente. Sappi infine, che mentre al criminale serve l’amico per affermare l’illegalità, al criminologo può servire l’amico per affermare la legalità. L’esperienza ti spiegherà perché.potranno discutere e scambiarsi delle idee sui loro rami di ricerca.